Spendibile il credito d’imposta sui canoni di locazione pagati per immobili ad uso non abitativo


Circolare n.28

Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che, al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all’emergenza epidemiologica, l’art. 28 del DL 34/2020 ha introdotto un nuovo credito d’imposta sui canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo che presenta rilevanti differenze rispetto al bonus botteghe e negozi disciplinato dall’art. 65 del DL 18/2020 concernente il mese di marzo 2020. In particolare, il D.L. rilancio prevede che, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione con ricavi/compensi 2019 inferiori a 5 milioni di euro spetta un credito d’imposta pari al 60% dell’ammontare mensile del canone di locazione, leasing o concessione di immobili ad uso non abitativo destinati all’attività (30% in caso di affitto d’azienda). Per le strutture alberghiere e agrituristiche il credito d’imposta spetta a prescindere dai ricavi 2019. Per poter richiedere il credito d’imposta, i locatari devono aver subito un calo di almeno il 50% del fatturato nel mese di riferimento 2020 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Il credito d’imposta è parametrato all’importo dei canoni versato a marzo, aprile e maggio (aprile, maggio, giugno per le strutture turistico ricettive con attività solo stagionale). Il credito d’imposta: i) è utilizzabile in dichiarazione dei redditi o in compensazione nel modello F24 ai sensi dell’art. 17 del DLgs. 241/97; ii) può essere ceduto ad altri soggetti (art. 122 del DL 34/2020). Si rileva che l’agevolazione è utilizzabilesuccessivamente all’avvenuto pagamento dei canoni“, quindi solo ove il canone sia stato pagato. Con la recente circolare del 6 giugno 2020 n. 14/E, l’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti sull’agevolazione in rassegna, mentre con la risoluzione n. 32/E del 6.6.2020 è stato istituito il codice tributo “6920” per consentire l’utilizzo in compensazione del credito in parola.

I nostri professionisti

Lo Studio nasce a Padova negli anni 50 dall’unione professionale tra i Dott.ri Federico Grigianin e Paolo Quaglia, iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti di Padova. Lo Studio, in virtù della sua tradizione e delle esperienze maturate, ha saputo affrontare ogni problematica professionale sempre nell’ottica dell’interesse della propria clientela.

I nostri professionisti